“AIQUA Medal” - Cerimonia di premiazione miglior poster categoria giovani al

 

Congresso AIQUA

 

DANIELE SECHI: VINCITORE DEL PREMIO “MIGLIOR POSTER” CATEGORIA GIOVANI

Durante il convegno di AIQUA, tenutosi a Bologna presso l’Aula Magna del Dipartimento BiGeA nei giorni 16 e 17 giugno 2016, è stato premiato Daniele Sechi (coautori Stefano Andreucci e Vincenzo Pascucci) per il miglior poster categoria giovani dal titolo “Luminesscence dating, why not? Datazione mediante luminescenza ottica perchè sceglierla.” (https://www.researchgate.net/…/304041012_Luminesscence_dati…).
“Non me lo aspettavo” dice Sechi all’intervista che ha seguito la premiazione “per il duro lavoro che fai ogni tanto un premio ci vuole. Sono momenti molto difficili, soprattutto per la ricerca, e riconoscimenti così importanti aiutano i giovani a perseverare”. 
Alla domanda che cosa il suo poster avesse in più rispetto agli altri concorrenti: “Sinceramente non so” risponde ancora emozionato Daniele “forse l’idea vincente è stata quella di prediligere le figure al testo, spesso infatti i poster risultano troppo scritti, non attirando così l’attenzione dell’osservatore”. “Il poster di Daniele, commentano i membri della giuria (G.B. Vai, L. Capotondi, I. Mazzini), “ fin dal primo sguardo faceva emergere all’osservatore il focus dell’argomento. Gli obiettivi erano esposti in maniera chiara e incisiva e le immagini trasmettevano visivamente i contenuti”. È proprio per queste caratteristiche, ovvero il giusto equilibrio tra figure e testo, che unanimamente i tre giurati hanno assegnato il punteggio massimo nelle schede di valutazione. 
La giuria ha affermato che non è stato semplice stilare una graduatoria dal momento che tutti i poster della sezione giovani presentati al congresso erano di alto contenuto scientifico, contribuendo così ad ampliare le conoscenze in ambito cronostratigrafico.
Il secondo classificato è risultato essere Vacchi Matteo con il poster dal titolo: “An improved framework for the assessment of Holocene relative sea-level changes along the Mediterranean and Black Sea coasts: proxies, variability and climatological implications”.
Il terzo classificato, con un punteggio di tre punti inferiore, è Cirilli Omar, con il poster dal titolo: “The Upper Valdarno intermontane basin (Central Italy): a resourceful “gymnasium” for stratigraphical and environmental geological studies". Omar Cirilli è il capofila di un nutrito gruppo di studenti del Corso magistrale di Geologia Stratigrafia (Università di Firenze).
Un poster allo stesso modo degno di segnalazione è quello presentato da Toti Francesco con il titolo: “Regional climato-stratigraphic events in MIS 19 from high-resolution pollen records: the study case of 976 ODP site (Alboran Sea)”.

Per ulteriori informazioni:
Daniele Sechi lavora presso il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’università di Cagliari, si occupa di termoluminescenza come strumento di datazione in campo cronostratigrafico.

Intervista redatta da: Laura Leardini, Elena Mazzocchi, Ludovico Sibani del Liceo Malpighi di Bologna - stagisti presso l’Istituto di Scienze Marine (ISMAR) (Tutor L. Capotondi) nell’ambito del progetto Alternanza scuola lavoro “sperimEstate” promosso dall’Area della Ricerca di Bologna (http://sperimestate.bo.imm.cnr.it/stages2016.html)

 

“AIQUA Medal” - Cerimonia di premiazione miglior poster categoria giovani al Congresso AIQUA dal titolo: Geocronologia e Cronostratigrafia del Quaternario, Luci e Ombre. In foto da sinistra a destra: Lucilla Capotondi, Daniele Sechi, Alessandra Negri.

 

Intervista e fotografie nell'allegato